Ultima modifica: 12 aprile 2018
Istituto Comprensivo Karol Wojtyla > Piano Nazionale Scuola digitale

Piano Nazionale Scuola digitale

Progetto dell’Animatore Digitale (AD) per l’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)

A cura della docente: PANARIELLO LAURA

 Premessa

Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell’Istruzione all’art. 1 comma 56, il MIUR, con D.M. n. 851 del 27.10.2015 è stato adottato il Piano Nazionale Scuola Digitale; non solo una dichiarazione di intenti, ma una vera e propria strategia complessiva di innovazione della scuola, come pilastro fondamentale del disegno riformatore delineato dalla legge. Si tratta di un’opportunità di innovare la scuola, adeguando non solo le strutture e le dotazioni tecnologiche a disposizione degli insegnanti e dell’organizzazione, ma soprattutto le metodologie didattiche e le strategie usate con gli alunni in classe.

Obiettivi del PNSD:

  • sviluppo delle competenze digitali degli studenti,
  • potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche,
  • adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati,
  • formazione dei docenti per l’innovazione didattica e lo sviluppo della cultura digitale,
  • formazione del personale amministrativo e tecnico per l’innovazione digitale nell’amministrazione,
  • potenziamento delle infrastrutture direte,
  • valorizzazione delle migliori esperienze nazionali,
  • definizione dei criteri per l’adozione dei testi didattici in formato digitale e per la diffusione di materiali didattici anche prodotti autonomamente dalle scuole.

Per facilitare questo processo di cambiamento, in ogni scuola è stato individuato un Animatore Digitale, AD, una nuova figura che coordina la diffusione dell’innovazione digitale a scuola e le attività del PNSD. Si tratta, quindi, di una figura di sistema e non di un supporto tecnico (su questo, infatti, il PNSD prevede un’azione dedicata, la#26).

L’AD sarà formato in modo specifico affinchè possa (rif.Prot. N° 17791 del 19/11/2015) “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonchè diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del Piano Nazionale ScuolaDigitale”.

 Il profilo dell’AD (cfr. azione #28 del PNSD) è rivolto ai seguenti ambiti:

FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi, favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure

Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (Azione #28), in qualità di Animatore Digitale dell’Istituto, la sottoscritta presenta il proprio piano di intervento:

INTERVENTI A.S.2015/16                       FASE PRELIMINARE

FORMAZIONE INTERNA

  • Pubblicizzazione e socializzazione delle finalità del PNSD con il corpo docenti.
  • Rilevazione e analisi dei diversi livelli di formazione dei docenti sulle competenze  di base informatiche.
  • Formazione base per l uso degli strumenti tecnologici gia presenti a scuola.
  • Formazione  di docenti sull’uso del coding nella didattica.
  • Formazione base sulle metodologie e sull’ uso degli ambienti per la didattica digitale integrata.
  • Partecipazione a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale.
  • Coinvolgimento di tutti i docenti all’ utilizzo di testi digitali.
  • Segnalazione e partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali, a Enti e opportunità formative.
  • Azioni di segnalazione di eventi/opportunita’ formative in ambito digitale.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA

  • Sosteno ai docenti per la diffusione del pensiero computazionale .
  • Coordinamento con le figure di sistema.
  • Eventi aperti al territorio.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE

  • Ricognizione     della     dotazione    tecnologica     di     Istituto     e     sua     eventuale implementazione.
  • Integrazione, ampliamento e utilizzo della rete WI-fi d’Istituto .
  • Regolamentazione dell’uso di tutte le attrezzature della scuola (aula informatica, LIM, computer portatili, videoproiettori,ecc…)

INTERVENTI A. S. 2016/17

FORMAZIONE  INTERNA

  • Pubblicizzazione e socializzazione delle finalità del PNSD con il corpo docenti.
  • Formazione specifica dell’Animatore Digitale.
  • Formazione per gli studenti e le famiglie sul valore della didattica digitale.
  • Formazione dei docenti secondo diverse modalità : online. Blended,laboratoriale e workshop.
  • Sperimentazione e diffusione di metodologie  e processi di didattica attiva e collaborativa.
  •  Sensibilizzazione all’ utilizzo di pc, tablet e Lim nella didattica quotidiana.
  • Coinvolgimento di tutti i docenti di testi digitali e all ‘adozione metodologiche didattiche innovative.
  • Incontri per l’utilizzo dati (anche INVALSI, valutazione, costruzione di questionari) e rendicontazione sociale(monitoraggi).
  • Eventi aperti al territorio, con particolare riferimento ad incontri organizzati da Enti , sui temi del PNSD .
  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA

  • Utilizzo di un Cloud d’Istituto per la condivisione di attività e la diffusione delle Buone Pratiche.
  • Partecipazione nell’ambito del progetto “Programma il futuro”, all’Ora del Codice di alcune classi della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, con la collaborazione di alunni anche di altri ordini di scuola.
  • Coinvolgimento dei docenti all’utilizzo di testi digitali.
  • Coordinamento con le figure di sistema e con gli operatori tecnici.
  • Promuovere la costruzione di laboratori per stimolare la creatività (giornalino digitale, Geogebra, learning by doing,Scratch…)
  • Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa.
  • Utilizzo piattaforme on line e / o da parte di studenti per pubblicare racconti.
  • Azione di segnalazione di eventi / opportunità formative in ambito digitale.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE

  • Integrazione, ampliamento e utilizzo della rete WI-fi di istituto.
  • Regolamentazione dell’uso di tutte le attrezzature della scuola (aula informatica, LIM, computer portatili, videoproiettori,ecc…).
  • Creazione e presentazione di strumenti di condivisione, di forum e blog e classi virtuali.
  • Utilizzo piattaforme digitali (come ad es.  Edmodo,Moodle,…).

INTERVENTI A. S. 2017/18

FORMAZIONE INTERNA

  • Formazione specifica dell’Animatore Digitale.
  • Formazione per docenti sulla sicurezza informatica e cyberbullismo.
  • Partecipazione dell’AD a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale.
  • Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa.
  •  Incontri per l’utilizzo dati (anche INVALSI, valutazione, costruzione di questionari) e rendicontazione sociale(monitoraggi).
  • Azione di segnalazione di eventi / opportunità formative in ambito digitale.
  • Organizzazione della formazione anche secondo nuove modalità: utilizzo nella scuola primaria di alcune ore di programmazione per avviare in forma di ricerca – azione l’aggiornamento sulle tematiche del digitale.
  • Eventi aperti al territorio, con particolare riferimento a incontri organizzati da Enti , sui temi del PNSD ( sicurezza, uso dei social network, cyber bullismo, coding, ).
  •  Coinvolgimento dei docenti all’utilizzo di testi digitali e all’adozione di metodologie didattiche innovative.
  • Utilizzo di PC, tablet e LIM nella didattica quotidiana per alcune classi.
  • Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA

  • Realizzazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata.
  • Creazione di un archivio informatico d’istituto per discipline d’insegnamento e aree tematiche per la condivisione del materiale prodotto.
  • Promuovere la costruzione di laboratori per stimolare la creatività .
  • Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa(ad es. flippedclassroom).
  • Utilizzo piattaforme on line e app anche da parte di studenti per pubblicare racconti.
  • Istituzione della settimana dell’innovazione didattica.
  • Implementazione dell’utilizzo di archivi cloud.
  • Aggiornamento del sito internet della scuola.
  • Coordinamento con le figure di sistema e con gli operatori tecnici.
  • Azione di segnalazione di eventi/opportunità formative in ambito digitale.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE

  • Ricognizione    della    dotazione    tecnologica di  Istituto e sua eventuale integrazione/revisione.
  • Integrazione, ampliamento e utilizzo della rete WI-fi di istituto.
  • Sviluppo e diffusione di soluzioni per rendere un ambiente digitale con metodologie innovative e sostenibili.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE

  • Sperimentazione di nuove metodologie nella didattica: flippedclassroom, cooperative learning,ecc.
  • Creazione di archivi informatici d’istituto per discipline d’insegnamento e aree tematiche per la condivisione del materiale prodotto.
  • Preparazioni di lezioni da svolgere in ambienti digitali con l’utilizzo di tecniche digitali di apprendimento digitale e cooperativo.
  • Individuazione e richiesta di possibili finanziamenti per incrementare le attrezzature in dotazione alla scuola.
  • Accesso ad Internet wireless/LAN per tutto il personale della scuola.
  • Aggiornamento di archivi digitali d’istituto per discipline d’insegnamento e aree tematiche per la condivisione del materiale prodotto.
  • Potenziamento dell’utilizzo del coding con software dedicati(Scratch,…).
  • Preparazioni di lezioni didattiche e condivisione  di buone pratiche di classe in  cui sia stato utilizzato un programma di pensiero computazionale.
  • Individuazione e richiesta di possibili finanziamenti per incrementare le attrezzature in dotazione alla scuola.
  • Partecipazione ai bandi sulla base delle azioni del PNSD.

Gli obiettivi principali del PNSD sono rappresentati dall’innovazione del nostro sistema scolastico e dalla straordinaria opportunità che abbiamo, in questo contesto, per offrire ai giovani un’educazione digitale e delle competenze realmente spendibili nella vita.

<<<<<<<<<<<<<<<<<

Il Piano Nazionale Scuola Digitale rappresenta “il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale”.

Ben 35 azioni previste nel nuovo Piano Nazionale per la Scuola Digitale. Un incoraggiamento mai visto prima alla integrazione effettiva ed efficace a scuola delle nuove tecnologie digitali.
Il sito web ministeriale con tutte le informazioni ed i materiali relativi al PNSD.

Il PNSD ha valenza pluriennale ed è costituito da varie azioni finanziate da più tipologie di risorse (tra cui i Fondi Strutturali Europei e i fondi della legge 107/2015) e organizzate in quattro ambiti principali:

  • Strumenti
  • Competenze
  • Contenuti
  • Formazione e accompagnamento (azioni che dovranno monitorare e supportare scuole e ministero nell’attuazione del PNSD)